Ultimi commenti

Maria su Trivento Live - Piazza Fontana
Scritto il 28 Luglio 2018 alle ore 2:12

milenatroiano su Trivento Live - Piazza Fontana
Scritto il 30 Novembre 2017 alle ore 17:11

Daniele su Trivento Live - Piazza Fontana
Scritto il 9 Gennaio 2017 alle ore 1:7

Daniele su Trivento Live - Piazza Fontana
Scritto il 9 Gennaio 2017 alle ore 1:7

giuseppe sonsini su Trivento Live - Piazza Fontana
Scritto il 3 Gennaio 2017 alle ore 0:21

Trentino su Trivento Live - Piazza Fontana
Scritto l'8 Agosto 2016 alle ore 10:33

Unisciti alla community di TriventinaMente
Intervieni nelle discussioni. Scrivi un commento o suggerisci un articolo per contribuire a far sapere cosa ti piace e cosa invece vorresti cambiare di Trivento.

Registra la tua email per essere sempre aggiornato sulle discussioni della community

L'ELENCO DI TUTTI I COMMENTI

Cerca un commento
Ricerca per nome
Mese e Anno di pubblicazione
   
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12
N. 866 risultati trovati
Angelo  -  Nuovo look per TRIVENTINAMENTE
Il sito si stava animando. Non capisco perchè si è deciso di cambiare pagina.....Comunque mi devo ricredere.....evidentemente c'è ancora qualcuno che davanti a problemi che coinvolgono tutta la comunità ha qualcosa da dire. Non capisco coloro che, da ben pensanti, vogliono sempre farti apparire come inadempiente in qualche cosa senza rendersi conto che i primi ad agire dovrebbero essere loro stessi. Vien da chiedermi: - Perchè io e non tu? A proposito della "centrale" concordo con quello che dice Maurizio e non mi accontento di quel "VIGILEREMO" dell'assessore competente...bisogna agire, prendere posizioni precise. Mi aspetto sempre quelle assemblee dove l'amministrazione dica in modo molto chiaro alla cittadinanza: - Noi siamo contro la centrale e deliberiamo in tal senso - . In quanto ai depositi ferrosi, se è vero come è vero(alla Di Pietro) che il problema esiste non vedo perchè il cittadino si dovrebbe sostituire all'Amministrazione o alle forze dell'ordine........
Data pubblicazione: 25 Gennaio 2011 alle ore 20:14
maurizio  -  NATALE
Vorrei dire ad Americo che non conosco la convenzione in essere fra Comune di Trivento e nucleo indistriale di CB. Resta, però, il fatto che solo il comune su cui deve sorgere un insediamento può rilasciare il permesso di costruire. In sostanza non pùò essere realizzato un intervento contro la sua volontà, come è logico che sia.
Data pubblicazione: 24 Gennaio 2011 alle ore 11:14
americo  -  NATALE
Prendo atto delle considerazioni espresse da Maurizio sulla Centrale e ne condivido pienamente le conclusioni sul piano politico-amministrativo che coinvolgono, per azione od omissione, Regione,Provincia,Comunità montana, Comune. Montefalcone mi risulta avere aperto una vertenza contro la società gestrice della Centrale interessante il suo territorio; Trivento, mi dicono, non può farlo in quanto l'Ente autorizzante, nel suo caso, è il Nucleo industriale di CB.Ma questa non mi pare una circostanza definitiva, che possa, cioè, rendere ineluttabile una scelta che alla luce del buon senso appare negativa per il territorio. Se non è possibile revocare una autorizzazione sul piano tecnico, può essere possibile contrastarla sul piano politico o giuridico. Mi sbaglio o è tempo di elezioni ?
Data pubblicazione: 23 Gennaio 2011 alle ore 12:45
maria mastroiacovo  -  Nuovo look per TRIVENTINAMENTE
Nel nostro bel paese ci sono bellissime persone, propongo loro di uscire fuori, di iniziare a parlare perchè hanno molto da dire e da dare. E' ora che la parte sana di questa comunità predomini su quelli che hanno scambiato il bene comune per il bene proprio e non hanno più a cuore la crescita di questo paese. Un saluto al Maestro Iavicoli con la speranza che presto possa tornare nella "Citta di Trivento".
Data pubblicazione: 22 Gennaio 2011 alle ore 0:18
Angiolino Iavicoli  -  Nuovo look per TRIVENTINAMENTE
Propongo uno spazio dedicato alla cultura. Tutto cio' che riguarda la storia di Trivento: ricerche, documenti, foto,libri, scrittori, poeti antichi e moderni, luoghi dove effettuare ricerche. Segnalazioni di iniziative culturali e di tutto cio' che succede a Trivento. Chiedo troppo? Non credo. Perche' tante persone anche quelle che abitano in paese, non sempre sanno cio' che avviene intorno a loro. Sarebbe inoltre un mezzo utilissimo per chi abita fuori Trivento in citta' e paesi d'Italia o all'estero. Sarebbe " La Voce di Trivento" che, attraverso il sito guarda ai suoi figli lontani Sarebbe molto interessante ascoltare apertamente la voce della Chiesa e del Comune senza nascondersi dietro l'anonimato o dietro sigle. Per esempio io condivido molte cose dette da un certo don A.S. Perche', ci si nasconde dietro sigle? Cosa ha da perdere un prete se scrive per intero il proprio nome e cognome? Io ho condiviso molte critiche ed idee per cambiare o tentare di cambiare qualcosa in paese,pero' cio'' credo si possa proporre con umilta', senza saccenteria e superbia. Sicuramente con molta educazione e senza offendersi se la propria opinione sembra non venga presa in considerazione.Io sono lontano e posso fare poco, pero,' chi e' sul posto faccia la propria parte, incominciando dalle istituzioni e poi dalla persona piu' modesta al piu' grande. Ognuno metta il suo contributo umano ed il resto cioe' i frutti verranno da se'. Con Pazienza, fede e perseveranza. Anche con la critica, ma quella benevola e costruttiva . Sono parole che mi sono scaturite dal cuore, perdonatemi se in qualche parte suggerendo ho criticato. Bisogna credere nell'uomo!! Trivento ha uomini di valore, lasciamoli emergere e con l'aiuto di Dio qualcosa cambiera". Un saluto dalla Romania alla mia Trivento ed in particolare al campanile della cattedrale.
Data pubblicazione: 21 Gennaio 2011 alle ore 19:07
maurizio  -  NATALE
Vorrei intervenire sulla questione della centrale.Ho avuto modo, per motivi professionali, di lavorare al progetto di una centrale ad olio vegetale più grande di quella che dovrebbe essere realizzata a Trivento. Mi vengono spontanee alcune considerazioni: 1. il Molise è fra le regioni italiane che consentono il livello di emissioni più alto. In sostanza vengono rispettati i limiti nazionali, come è ovvio, ma non ci sono altri riferimenti. In quasi tutte le altre regioni, soprattutto del nord, si fa riferimento a prametri europei ed anche americani di gran lunga più restrittivi. 2. L'olio vegetale,è altamente inquinante soprattutto in termini di polveri sottili e di N0x. Sono poi presenti altri svariati inquinanti la cui quantità dipende dalle tecnolgie adottate. 3. Anche a Montefalcone deve essere realizzata una centrale analoga e poiché parliamo dello stesso ammbito territoriale l'analisi di impatto ambientale dovrebbe tenere conto della interazione dei due stabilimenti. Non credo che ciò sia stato fatto. 4. Il Molise, già massacrato dalle pale eoliche, sta dando un contributo spropositato ed inutile ad una produzione di energia che non gli serve. 5.La ricaduta economica è ininfluente sul territorio (qualche soldo per i comuni)e quella occupazionale quasi nulla 6.Le centrali vengono realizzate nelle aree fortemente antropizzate o nei comparti industriali perché lì c'è bisogno di energia. A Trivento,no. In definitiva sono in linea di principio fortemente contrario alla centrale. Non conosco,però, tutti idettagli e le ricadute economiche previste che, ripeto, penso siano prossime allo zero, ma dovrei essere più informato su questo. Il territorio molisano dovrebbe, secondo me, puntare ad altre priorità favorendo il comparto agricolo, potenziando l'offerta turistca e dotando il terirtorio di servizi per lo sport, per l'istruzione, per la cultura, per la sanità privata e convenzionata,creando posti di lavoro e nuove opportunità per i giovani. La realizzazioni di centrali elettriche va nella direzione diametralmente opposta a questa. L'importante è che si sappia e che si seguano politiche coerenti. A me pare che in tutto ciò non vi siano, né programmazione ,né scelte strategiche di fondo su cui impostare lo sviluppo del territorio molisano, con particolare riferimento alle aree interne.
Data pubblicazione: 21 Gennaio 2011 alle ore 19:06
Anonimo  -  Nuovo look per TRIVENTINAMENTE
.... articolo letto 78 volte e nessuna proposta! Gulp
Data pubblicazione: 21 Gennaio 2011 alle ore 15:50
Mariella  -  NATALE
@Angelo. In verità non mi sembra che fino ad ora su questo sito si sia discusso di amenità. Abbiamo provato, invece, ad affrontare temi che in modo diverso coinvolgono Trivento nella sua compagine sociale. Ora è emersa anche la "questione ambientale" che non è di certo meno importante delle altre, ma non dippiù. Spesso ricorre il termine "degrado" nei nostri discorsi; ma non esiste solo il degrado ambientale e paesaggistico, quello è solo il più evidente. Fino ad oggi abbiamo cercato di affrontare, invece, un degrado sommerso e più subdolo: quello sociale, che ci coinvolge tutti come cittadini, come credenti, come religiosi. Ora, riguardo la questione della Centrale, credo che abbia risposto in modo ampio, puntuale e rassicurante l'assessore Nazario Vasile. E non vedo perchè non riporre fiducia nelle sue parole e nel suo operato. Rispetto al problema dei depositi ferrosi, non credo ci sia molto ancora da discutere, poichè, la loro pericolosità è nota a tutti. Piuttosto, mi chiedo, se sei a conoscenza di simili situazioni, perchè non ti fai carico di denunciarle personalmente al Comando dei Carabinieri? Mi dirai che è nelle loro mansioni vigilare il territorio; ma a tutti può sfuggire qualcosa. Allora ti rispondo con le parole dell'articolo di partenza: devi fare una scelta "che risponde in modo semplice a quel "io e non altri. Ora e non domani.""
Data pubblicazione: 17 Gennaio 2011 alle ore 13:20
Angelo  -  NATALE
Visto che non ci sono commenti ai nuovi argomenti proposti deve dedurre che a Trivento si deve parlare solo di Gossip......argomenti seri non sono permessi.....scusate il disturbo......e votate ANTONIO...
Data pubblicazione: 13 Gennaio 2011 alle ore 20:15
Angelo  -  NATALE
Finalmente si comincia a scrivere qualcosa di serio...si cominciano ad affrontare problemi che interessano la comunità. Il problema dei depositi ferrosi è serio, come tutti gli altri e, non capisco cosa facciano le forze dell'ordine preposte al controllo del territorio.
Data pubblicazione: 6 Gennaio 2011 alle ore 10:13
Anonimo  -  NATALE
Ho apprezzato l'intervento puntuale e ampiamente informativo dell'assessore alle attività produttive Vasile, che ci tranquillizza, nel caso ce ne fosse stato bisogno, sulla attenzione con cui l'amministrazione ha seguito e segue la questione della centrale. Data l' importanza dell'argomento, che va oltre il caso in parola, collegandosi con il tema più generale della tutela ambientale come cultura e coinvolgimento diffuso,sarebbe il caso si fornissero, da parte di chi ne ha conoscenza e competenza, informazioni tecniche sui pro e contro del progetto. In tal modo anche i meno informati, come il sottoscritto, potrebbero esprimere un proprio motivato parere. Per finire, concordo con Cimarosa quando afferma che i problemi, soprattutto quelli di questo tipo, vadano contestualizzati, partecipati alla cittadinanza; penso ( probabilmente a torto) infatti che il " Comitato " rappresenti una risposta in qualche modo corporativa,fondata sulla contiguità territoriale, laddove invece sarebbe necessario una attivazione diffusa e capillare della intera comunità. E' un bell'impegno per tutti. americo
Data pubblicazione: 4 Gennaio 2011 alle ore 19:32
Cimarosa  -  NATALE
A noi cittadini non può farci che piacere leggere che c'è qualcuno che vigila sui nostri sonni, ma che sia una sorveglianza attenta. Anche con gli "ALTRI" si sperava che qualcuno vigilasse, ma così non è stato. Delle varie beghe amministrative, delle insinuazioni continue e senza senso siamo abituati e noi triventini siamo campioni in autolesionismo. Forse è ora di cambiare "Passo", di non lamentarci, di non accusare gli altri, ma di essere propositivi. Se c'è il problema della centrale a Piana d'Ischia i cittadini vanno informati e come dice Americo si istituisce una conferenza di servizio, un tavolo di lavoro, si discute e si avviano le varie forme di lotta insieme agli amministratori locali. Non facciamo, come al solito, che ci si avvolge in un aureo bozzolo e si pensa di risolvere i problemi da soli...Ormai non può essere così, i problemi vanno contestualizzati, condivisi. Considerato che abbiamo amministratori attenti a quello che succede intorno a noi, forse è ora, considerato che la passata Amministrazione non è mai intervenuta, sapere come mai il nostro territorio è disseminato di discariche di vario materiale. Discariche non autorizzate, a cielo aperto, e senza nessuna protezione (vedasi la discarica di materiale ferroso ubicata a c/da Aquasantianni prima del campo sportivo) è vergognoso, considerato l'affluenza di tifosi anche da altre città,avere quel "bellissimo biglietto da visita". Cosa dire poi dei molti tetti ancora coperti ad amianto.....Parliamone.
Data pubblicazione: 4 Gennaio 2011 alle ore 17:14
Ass.re Attiv. Prod. Nazario Vasile  -  NATALE
In merito all'articolo di Sammy del 31-12-2010 e di altri articoli pubblicati precedentemente sulla realizzazione della centrale ad olii vegetali in Piana d'Ischia, senza voler polemizzare con nessuno, corre l'obbligo precisare che tutta la questione viene attentamente seguita e monitorata dall'attuale Amministrazione Comunale che con propria Delibera Giuntale n.114 del 11-11-2010 ha ribadito la sua contrarietà alla iniziativa intrapresa da privati ed ha riconfermato il contenuto dell'ordine del giorno presentato da me nella seduta consiliare del 30-04-2008 ed approvato all'unanimità. Preso inoltre atto del parere di contrarietà per la costruzione della centrale espresso dalla consulta delle attività produttive nella seduta del 06-11-2010. Ha fatto seguito in data 11-11-2010 un sopralluogo tecnico svoltosi prima nella sede comunale e poi sul posto per l'autorizzazione alla costruzione di un pozzo artesiano a servizio della centrale ad olii vegetali, nella mia qualità di Assessore alle Attività Produttitive ho fatto verbalizzare il parere non favorevole dell'Amministrazione Comunale. In quella occasione chiamai telefonicamente il Presidente del Comitato affinchè fosse presente ed esprimesse le proprie valutazioni. Allo stato attuale si attende la decisione degli uffici regionali, che sulla scorta delle controdeduzioni fornite dalla ditta interessata dovrà dare o negare l'assenso alla realizzazione del pozzo, indispensabile per la costruzione della centrale. Nel caso di prima ipotesi l'Amministrazione Comunale intraprenderà ogni iniziativa di legge per impedire la realizzazione della centrale. Relativamente ai presunti interessi non mi risulta che all'interno del Consiglio Comunale vi siano persone interessate alla costruzione della centrale. D'altra parte anche il pastificio, sito a pochi metri dalla costruenda centrale, ha posto in essere atti tendenti ad impedire l'intervento di che trattasi con argomentazioni pienamente condivisibili. In tutta questa intricata vicenda vi è stata solo la superficialità della precedente Amministrazione Comunale che non ha ostacolato l'iniziativa sul nascere, ma distrattamente, non partecipando alla conferenza di servizio, ha lasciato che la stessa ottenesse le previste autorizzazioni. Oggi si sta cercando di porre rimedio agli errori fatti da altri. Non so se riusciremo ad evitare la costruzione della centrale ma certamente combatteremo in tal senso ed in via subordinata per soluzioni alternative. Assessore alle Attività Produttive Nazario Vasile.
Data pubblicazione: 3 Gennaio 2011 alle ore 16:37
Franco Novelli  -  TRIVENTO NELLE CELEBRAZIONI NAZIONALI PER I 150 ANNI DELL'UNITÀ D'ITALIA
L'iniziativa è ottima, anche in considerazione del fatto che l'argomento relativo alla formazione dell'unità d'Italia farà da volano ad una serie di approfondimenti che già sono partiti storiograficamente dalla metà degli Anni cinquanta del XX secolo. Inoltre, oggi, sull'onda del "federalismo" fiscale, una riflessione seria sul processo unitario e sull'unità territoriale attuale penso che sia necessaria; personalmente attendo le linee e gli appuntamenti prossimi... A presto e Buon Anno 2011 a tutti coloro che lavoreranno a questo progetto
Data pubblicazione: 3 Gennaio 2011 alle ore 11:41
Anonimo  -  NATALE
Riguardo alla centrale di piana d' ischia, sarebbe opportuno, considerato il ragionevole dubbio che possa costituire un potenziale rischio ambientale, che l' amministrazione di trivento informasse la cittadinanza sui dati relativi in proprio possesso e,eventualmente, promuovesse una conferenza di servizio, allargata anche alle rappresentanze delle associazioni ambientaliste presenti sul territorio, in maniera da rendere il piu' chiara possibile l'operazione. Questo come primo passaggio. Diversamente ci faremo promotori, se già non è stato fatto nel frattempo da qualcun'altro, di iniziative dal basso, come si dice, a tutela dell'interesse collettivo. americo
Data pubblicazione: 2 Gennaio 2011 alle ore 10:58
Cimarosa  -  Il cantiere delle idee
Non avevo mai visitato il sito e di conseguenza non avevo letto i commenti lasciati. Sicuramente plaudo all'iniziativa (se veramente diventerà un'agorà virtuale), ma se resta privilegio di pochi (e pochi saranno) perchè pochi sono quelli che potranno accedervi, i risultati saranno di mera disquisizione filosofica. Leggendo i commenti mi sono imbattuto in una certa Nalim che testualmente dice: - "Il centro storico è pieno di sporcizia, l'assessore alla cultura non ha preso iniziative, si amministra il quotidiano....ecc. Questa concittadina, quando Corallo con la sua "finanza creativa" stava scavando la fossa a tutti i triventini dove stava? Si è mai fatta una passeggiata nel centro storico quando effettivamente potevano pascolarci le pecore?!? Il nostro centro storico effettivamente meriterebbe di più, ma certamente non è questa amministrazione che può risolvere un guasto che la passata "GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA" ha premeditatamente progettato in quasi 10 anni.
Data pubblicazione: 31 Dicembre 2010 alle ore 18:37
laura de marinis  -  NATALE
saluto con affetto coloro che mi ricordano ed auguro a tutti un anno nuovo felice e sereno in particolare ai coordinatori di Triventinamente che ci permettono di essere la non solo con il pensiero ma anche con la visione e la opportunita' di parola.AUGURI A TUTTI!
Data pubblicazione: 31 Dicembre 2010 alle ore 18:29
Angelo  -  NATALE
Sono contento che qualcuno ha sollevato il problema della "Centrale" che si dovrebbe realizzare a Piana d'Ischia. Effettivamente in piazza si parla di tutto, tranne che di questo. Dove sono i grandi SOLONI triventini? Come mai non si pronunciano? Quasi tutti i giorni, sui giornaletti di "CRONACA ROSA" locali rilasciano interviste sui vari intenti. Forse è ora che i cittadini si sveglino e facciano sentire la loro opinione. Questa "Centrale" decreterà la morte definitiva del nostro paese. L'assordante silenzio (così si esprimeva un noto scrittore) dei nostri amministratori è inammissibile. Hanno condotto una campagna elettorale contro gli errori fatti da Corallo....e adesso?!?
Data pubblicazione: 31 Dicembre 2010 alle ore 18:00
Sammy  -  NATALE
Per ciò che riguarda la Centrale di Biomasse,qui si sà poco o nulla, tutto sta passando in maniera "inosservata" non sò se per tutelare gli interessi di chi o di cosa ma sinceramente la situazione mi spaventa molto per il semplice fatto che dietro queste centrali spesso si camuffano siti per lo stoccaggio di sostanze tossiche o altro.Spero di potermi sbagliare e di essere prontamente smentito,ma tutto il mistero che avvolge la realizzazione di questa "cosa", che tra l'altro non porta neppure occupazione per l'area industriale di Trivento,e il silenzio delle istituzioni locali è francamente preoccupante! Grazie per aver portato la questione centrale all'attenzione di questo forum
Data pubblicazione: 31 Dicembre 2010 alle ore 14:58
Angiolino Iavicoli  -  NATALE
Buon anno a tutti! Alle persone semplici, agli umili, ai lavoratori e specialmente a chi ha bisogno di salute. Auguro a chi fa del bene al prossimo di avere coraggio e di continuare con forza in questo cammino, che e' strada di civilta' e di amore.Mi riferisco alle meritevoli iniziative in favore delle persone meno fortunate che ci arricchiscono tanto.Coraggio, Maria Mastroiacovo e vai avanti con fede ed entusiasmo. Auguri anche a coloro che, per un certo mandato, divino o umano si trovano a guidare il nostro paese. Che il Signore li illumini per il bene della comunita'.Un pensiero speciale agli ideatori del sito ed in particolare al suo direttore Marcello che, con grande perizia sa porgere temi impotanti su cui discutere. E' vero che il sito deve migliorare, ma cio' sicuramente accadra' con il passare del tempo. Comunque si e' capito che e' un'agora' importante da cio' che e' successo . Per alcuni giorni Triventinamente sembrava essere stato "oscurato"e non se ne capivano i motivi. Ci siamo sentiti subito orfani di qualcosa di importante. Specialmente per i Triventini che sono sparsi nel mondo, il sito rappresenta il piu' stretto legame con i paesani e con la vita politica e sociale della citta'. E' il nostro cordone ombelicale con le origini. Percio' auguro lunga vita al sito!!! e un grazie sincero a chi ci lavora avendo il coraggio di continuare nonostante le solite critiche di chi non ha fede e speranza nel futuro, ma sa solo lamentarsi. Ripeto gli auguri con la lingua della Romania " La Multi ani Italia, Anul fericit Triventinamente"!!!
Data pubblicazione: 31 Dicembre 2010 alle ore 11:04
Cimarosa  -  NATALE
Non vorrei commentare quello che è già stato commentato, ma vorrei avviare una nuova discussione su un argomento che viene sottaciuto e di cui il cittadino Triventino non viene adeguatamente informato: "La Centrale di Biomassa" a Piana d'Ischia. Perchè non se ne parla? I Triventini sanno che il progetto va avanti a loro insaputa?
Data pubblicazione: 30 Dicembre 2010 alle ore 20:22
Rosanna Carosella  -  NATALE
Sono felice che questo sito è stato ripristinato, ne ho sentito la mancanza..Senza triventinamente, specie di questi tempi, non è la stessa cosa...Buon anno!
Data pubblicazione: 29 Dicembre 2010 alle ore 13:04
Anonimo  -  Il cantiere delle idee
Luogo condiviso di pensieri e riflessioni, anche intimistici; questo è per me Triventinamente. Le prospettive storiche, la politica, il destino del paese sono legati a fattori cosi' potenti da prevaricare le possibilità di azione di un gruppo,di un movimento o di un progetto. Fatalismo? Pessimismo? Sfiducia? No, credo solo realismo. Questa premessa non vuol dire che noi presenti non possiamo e dobbiamo darci da fare.
Data pubblicazione: 22 Dicembre 2010 alle ore 13:58
FC  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Americo ha perfettamente ragione. Si racconta che il grande Ettore Petrolini una sera a teatro dopo aver ricevuto dei fischi si rivolse allo spettatore che lo fischiava dicendogli “No, non ce l'ho con te, ce l'ho con chi ti è seduto vicino e non ti butta giù”. Credo che questo aneddoto sia particolarmente calzante per l’attuale gestione della Proloco di Trivento. A quando un’assunzione di responsabilità da parte nostra per ridare dignità, prestigio ed operatività alla Proloco?
Data pubblicazione: 21 Dicembre 2010 alle ore 10:29
americo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Rileggendo l'intervento di Mariella del 2 dicembre mi viene di rammaricarmi: avevamo la persona giusta al posto giusto: scomoda, problematica ma intelligente e capace di interpretare al meglio, come non era mai stato fatto, l' attività della pro loco. Non abbiamo saputo tenercelo e così siamo ancora una volta costretti a convenire che la buona volontà, da sola, non basta.
Data pubblicazione: 20 Dicembre 2010 alle ore 22:37
Americo  -  NATALE
Di fronte ai tuoi editoriali ci ritroviamo tutti, consapevolmente o meno, sul divano dell' analista, costretti a parlare, a raccontare,a raccontarci. Dovremmo forse chiederti l' onorario. Battute a parte, devi convenire che dei risultati li stai raccogliendo, come detto nel precedente intervento, erroneamente duplicato su questo spazio. Tornando a riferirmi agli interventi pervenuti, vorrei dire che, quando vengono introdotti argomenti di grande rilevanza, mi riferisco alla questione dei piani urbanistici e di valorizzazione del centro storico affrontata da Maurizio e Mariella oppure alle tematiche inerenti i cattolici e la Chiesa locale, grandi attori con ruoli sempre più marginali nella realtà concreta o ancora alle problematiche culturali diversificatamente delineate in precedenti interventi, sarebbe opportuno impegnarsi ad alimentarne l' approfondimento e la partecipazione. Questo deve costituire una tua attenzione particolare; altrimenti gli argomenti sfuggono, si perdono e con essi la possibilità di rintracciare un filo conduttore. Saluti e buon lavoro.
Data pubblicazione: 19 Dicembre 2010 alle ore 11:57
Americo  -  DOVE ERAVAMO RIMASTI…
Di fronte ai tuoi editoriali ci ritroviamo tutti, consapevolmente o meno, sul divano dell' analista, costretti a parlare, a raccontare,a raccontarci. Dovremmo forse chiederti l' onorario. Battute a parte, devi convenire che dei risultati li stai raccogliendo, come detto nel precedente intervento, erroneamente duplicato su questo spazio. Tornando a riferirmi agli interventi pervenuti, vorrei dire che, quando vengono introdotti argomenti di grande rilevanza, mi riferisco alla questione dei piani urbanistici e di valorizzazione del centro storico affrontata da Maurizio e Mariella oppure alle tematiche inerenti i cattolici e la Chiesa locale, grandi attori con ruoli sempre più marginali nella realtà concreta o ancora alle problematiche culturali diversificatamente delineate in precedenti interventi, sarebbe opportuno impegnarsi ad alimentarne l' approfondimento e la partecipazione. Questo deve costituire una tua attenzione particolare; altrimenti gli argomenti sfuggono, si perdono e con essi la possibilità di rintracciare un filo conduttore. Saluti e buon lavoro.
Data pubblicazione: 19 Dicembre 2010 alle ore 11:18
claudio  -  NATALE
OTTIMA INIZIATIVA PECCATO NON AVER SAPUTO NIENTE. CIAO
Data pubblicazione: 18 Dicembre 2010 alle ore 13:32
Rosanna Carosella  -  NATALE
Trivento illuminato,Trivento fortunato. Non abbiamo nulla da invidiare agli Champs Elysees parigini. Complimenti a tutto lo staff! L'iniziativa, semplice ma efficace, dimostra tanta voglia di fare e di volere il meglio per la nostra comunità. Buone feste!
Data pubblicazione: 18 Dicembre 2010 alle ore 12:57
fabio santorelli  -  NATALE
Complimenti a tutti coloro che si sono adoperati per la bellissima serata !! Sarebbe bello continuare con iniziative simili anche per altre occasioni. Alla prossima e BUON NATALE a tutti !!!
Data pubblicazione: 18 Dicembre 2010 alle ore 10:03
Pierluigi  -  NATALE
Bella iniziativa però qualche volta cercate di coninvolgerci io e michela siamo sempre disponibili a qualsiasi iniziativa...... quindi se vogliamo mettere le luci anche alla rotonda noi siamo disponibili.........
Data pubblicazione: 17 Dicembre 2010 alle ore 15:06
Gabriella Ciafardini  -  NATALE
Complimenti a chi ha realizzato queste splendide foto che mostrano, ancora una volta, la bellezza e l'architettura della nostra Piazza Fontana. Naturalmente un grazie caloroso ed immenso va a tutte quelle persone che si sono adoperate per la riuscita dell'illuminazione e della serata di sabato 10 dicembre, mettendo a disposizione le loro forze fisiche ed anche e, soprattutto, materiali perchè nonostante tutte le chiacchiere e le inutili polemiche c'è sempre qualcuno che è disponibile a dare il proprio contributo con gioia e disinteresse a favore di tutto il Paese. Buona idea quella di Don A.S. di far pubblicare le foto, in modo tale che tutti possono apprezzare l'iniziativa e promuovere nuove iniziative.
Data pubblicazione: 17 Dicembre 2010 alle ore 13:11
don A.S.  -  NATALE
Grazie per le foto! Per una cosa bella basta quello che ognuno può fare. Il bene che ci è possibile fare, di cui siamo capaci
Data pubblicazione: 17 Dicembre 2010 alle ore 9:23
maurizio scarano  -  Nel GIOCO di SQUADRA il COMUNE C’E’
Mi viene spontaneo pensare che i due Piani (Piano particolareggia e di Recupero del Centro Storico - Piano di valorizzazione della Valle del Trigno) se bene utilizzati dagli amministratori, potrebbero essere volano per qualcosa di concreto e di realizzabile. Almeno spero.
Data pubblicazione: 16 Dicembre 2010 alle ore 16:32
mariella  -  Nel GIOCO di SQUADRA il COMUNE C’E’
In proposito, presso l’Assessorato alla Cultura della Regione Molise e la Sovrintendenza è depositato un Piano di Valorizzazione per i paesi della Valle del Trigno, all’interno del quale la nostra Trivento assume un ruolo importante di catalizzatore per le attività di promozione e valorizzazione dell’ambito geo-culturale. Di ciò ne sono a conoscenza poichè è stata mia cura redigerlo su commissione della Regione. Ancora non si offre alla conoscenza di un pubblico vasto, cosa che spero possa avvenire presto, ma soprattutto mi auguro che possa divenire uno strumento per lo sviluppo della nostra cara città e non un'ulteriore, inutile carta dei desideri.
Data pubblicazione: 14 Dicembre 2010 alle ore 15:31
maurizo scarano  -  Nel GIOCO di SQUADRA il COMUNE C’E’
Chiedo scusa. Il precedente commento era opera mia e non anonimo ( ho fatto un pò di confusione).
Data pubblicazione: 14 Dicembre 2010 alle ore 11:30
Anonimo  -  Nel GIOCO di SQUADRA il COMUNE C’E’
Leggo solo ora,essendo entrato da poco in questa community, l'articolo del Sindaco che fa ben sperare sulle intenzioni della Amministrazione nei confronti del Centro Storico. Mi preme fare presente, cercando in questo di dare un contributo fattivo, che il Comune di Trivento da circa dieci anni dispone del Piano particolareggiato e di Recupero del Centro Storico. Il Piano fu commissionato ad un gruppo di progettisti di cui faceva parte chi scrive,l'arch. Ruggiero di Campobasso e i geomm. Nicola Roberti e Angelo Iocca di Trivento. Il lavoro fu regolarmente eseguito, consegnato e pagato come da incarico. Esso si proponeva due obiettivi: 1.Uno edilizio e cioè definire e regolamentare i criteri di intervento sugli edifici partendo da una loro classificazione definita su base storico-tecnica; 2. Un altro urbanistico in cui venivano evidenziate alcune "emergenze" (Torretta, "Codarda", le Coste, Palazzo colaneri,etc.). Va chiarito che la parte urbanistica è particolarmente importante perché consente ad una amministrazione di possedere il titolo per richiedere finaziamenti per la realizzazione delle opere previste nei comparti soggetti a Piano di Recupero. E' bene sottolineare come tutte le Amministarzioni che si sono succedute in questi oltre dieci anni non abbiano tenuto in alcuna considerazione i contenuti del Piano, né sotto il profilo edilizio, né sotto quello urbanistico. Sono stati,infatti, realizzati interventi di vario genere che non rispettano minimamente le prescrizioni in esso contenute. Mi auguro che il Sindaco Mazzei, che mi pare animato di ottime intenzioni, inverta questa tendenza, se ancora non lo ha fatto, dando organicità ai criteri di intervento ,favorendo, al contempo, quell'opera di riqualificazione che è nelle sue intenzioni e,credo, negli auspici di tutti.
Data pubblicazione: 14 Dicembre 2010 alle ore 11:28
don A.S.  -  NATALE
Sono MOLTO contento della bella iniziativa realizzata sabato sera. Avrei voluto esserci! Alle "stralunate" osservazioni di chi non trova di meglio che definirsi "seduto" ha FIN TROPPO garbatamente e finemente risposto Mariella la quale, però, indica qualcosa di importante ad ognuno: fermati anche tu a far festa. Una richiesta: non si potrebbero pubblicare alcune foto della bellissima serata? Le "luci sulla città" vorremmo vederle anche noi che non c'eravamo. Se lo fate sarò MOLTO PIU' contento!
Data pubblicazione: 14 Dicembre 2010 alle ore 9:46
mariella  -  NATALE
@ toro seduto. A Trivento, sabato sera non c’è stata nessuna festa organizzata dal comune tantomeno dalla pro-loco. Non si sono fatte castagne, ma vin brulè, bruschette e cioccolata calda. Ti sbagli, non era una inaugurazione, ma un moto estemporaneo sorto dal voler condividere con i passanti la gioia e la soddisfazione di un lavoro “detto e fatto”: fatto da chi ha messo i materiali, le idee, il lavoro, la fantasia, l’allegria, la disponibilità a mettersi in gioco con se stessi e con gli altri. Non c’è nessun intento politico o discriminatorio nei confronti di alcuno. Ha fatto chi ha voluto fare, mettendo a disposizione della comunità i suoi talenti. Ha guardato chi non ha voluto mettersi in discussione. Semina veleni chi non è in grado di fare né l’uno né l’altro. Se sei passato ‘per il borgo’ e hai visto, perché non ti sei fermato con noi a condividere la gioia per un lavoro ben fatto? Le luci, le composizioni di fiori, la musica, l’addobbo, il pasto condiviso, sono atti di generosità da parte di chi li ha disinteressatamente offerti e da parte di chi li ha affettuosamente accolti. La prossima volta, fermati a fare festa e non celarti più dietro un linguaggio sgrammaticato, che è offensivo per la tua cultura e per il mondo al quale fintamente e oltraggiosamente vuoi far credere di appartenere. In ultimo, ma non per ultimo: forse è il momento di dire basta a chi non ha il coraggio di manifestare le proprie idee.
Data pubblicazione: 13 Dicembre 2010 alle ore 16:00
maurizio scarano  -  IL PAESE degli INFINGARDI
Sono uno di quelli che a Trivento avrebbe voluto viverci, ma non ha potuto. Verrò,peraltro a Natale come spesso faccio nel corso dell'anno. Mi dispiace di avere scoperto tardivamente l'esistenza di questo sito. La parte grafica e l'impostazione sono decisamente apprzzabili. Mi pare soprattutto apprezzabile il fine ultimo di volere creare un luogo dove l'analisi critica della realtà triventina si trasformi in proposta concreta.Ho letto con curiosità tutti gli articoli pubblicati e non mancherò all'occorrenza di dare un mio contributo. Vorrei, però, fare una osservazione ( mi calo già nel ruolo): sarebbe opportuno evitare quanto più possibile i commenti anonimi perché tendono a ripodurre quei difetti che gli estensori stessi dei commenti lamentano. Se si vuole costruire qualcosa, mi pare necessario avere il coraggio delle proprie opinioni. Particolarmente interessante, in proposito, il bell'articolo su "il Paese degli infingardi". Se si vuole ridare speranza, ricostruire una qualche forma di prospettiva, bisogna innanzitutto essere spietati con se stessi con tanto di nome e cognome. A presto.
Data pubblicazione: 13 Dicembre 2010 alle ore 12:54
toro seduto  -  NATALE
sabato sera a trivento hanno innaguratole luce di natale a piazza fontana non so se l'ha organizzato la proloco o il comune la sera hanno fatto castagne con vino e cioccolata calda io ho notato una cosa non c'era gente della campagna perchè non sapevano niente di questi festeggiamento perchè non hanno mandato in giro una macchina che annunciava questa serata o siricorda della campagna solo quanto ci sono le votazioni o pagare le tasse poi ti senti dire che non ci deve essere discriminazione tra la campagna e trivento ma questi signori lo sanno che l'economia del paese la mantiene la gente della campagna o i cafoni come li definiscono l'oro un saluto da toro seduto
Data pubblicazione: 13 Dicembre 2010 alle ore 8:44
maria  -  NATALE
"Su una vecchia quercia c'era un vecchio gufo: più sapeva e più taceva, più taceva e più sapeva". Molte volte tacere è segno di delicatezza, riservatezza, rispetto. Altre volte può essere vigliaccheria, vittimismo, omertà. Ci sono cose che vanno proclamate, altre sussurrate e altre taciute.
Data pubblicazione: 10 Dicembre 2010 alle ore 9:55
nalin  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
8 dicembre ad agnone ndocciata 8 dicembre a lucito concerto coro università molise 8 dicembre a trivento....niente! p.s. per le prossime festività sarà la stessa cosa!
Data pubblicazione: 9 Dicembre 2010 alle ore 19:17
Caino  -  NATALE
Scusate, ma... chi fa che cosa?
Data pubblicazione: 8 Dicembre 2010 alle ore 16:39
anonimo  -  NATALE
allora siamo pronti per addobbare trivento iniziamo a fare una colletta con i vip di trivento o signorotti come definiscono farsi chiamare o hanno solo il titolo, vediamo cosa viene fuori ciao a presto
Data pubblicazione: 8 Dicembre 2010 alle ore 11:25
Caino  -  NATALE
E jamm' bell, ja'!
Data pubblicazione: 7 Dicembre 2010 alle ore 7:50
anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
sento tante belle chiacchiere sul natale per abbelire trivento però ancora non vedo niente e lo sapete il perchè nessuno vuol mettere le mani nelle tasche aspettane sempre il fesso di turno allora io avevo proprio ragione. ma penso che ormai i fessi sono quasi finiti c'è ne sono romasti poco
Data pubblicazione: 6 Dicembre 2010 alle ore 14:23
maria  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Grazie Mariella! è proprio così come dici...perchè è così difficile capirlo!!!!!!
Data pubblicazione: 6 Dicembre 2010 alle ore 9:23
mariella  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Caro don AS, quante cose si potrebbero organizzare durante questo Natale a Trivento! La nostra piccola città ha necessità di tanto. Ha bisogno di vedere la festa con le sue tradizionali luminarie, con le renne, con i nastri rossi. Ha bisogno di vivere la festa condividendola con le tante persone bisognose di ogni affetto. Temo che trivento non sia tanto lontana dallo Sri Lanka che in gennaio andrai a visitare. Da noi non ci sono i pescatori scampati allo tzunami, ma tante anime sole. Parti. Noi, intanto, possiamo farci promotori di una raccolta di fondi. Ma poi torna da noi in una terra che troppo rapidamente si sta trasformando in “terra di missione”, e nessuno, pare, lo abbia ancora capito.
Data pubblicazione: 5 Dicembre 2010 alle ore 20:13
Caino  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
E' difficile rispondere ai post: troppi anonimi. sono d'accordo con alcuni anonimi ed in disaccordo con altri... Sarà che a Trivento ci sono troppi anonimi? All'alba dei tempi di questo sito, scrissi che l'acqua nello stagno fosse finita. Allora speravo potesse essere una provocazione, ma con il tempo ed i commenti nei vari post, ho il timore che debba rivalutarmi come... profeta. Comunque io le luminarie son pronto a metterle. Mariella, mi fai sapere qualcosa su come intendete coordinarvi? A proposito: caro "anonimo del 4 Dicembre 2010 alle ore 14:21" (vedete come è difficile): io sarei anche d'accordo con te, ma non puoi pretendere di scrivere tutto quello che hai scritto, nel modo in cui l'hai scritto e rimanere impunito: una sola virgola!? E dai! Chi scrive male, pensa male! E vive male! Un caro saluto. Dimenticavo: nessuno tocchi Caino.
Data pubblicazione: 5 Dicembre 2010 alle ore 19:48
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Saluti e auguri da Francoforte. Bisogna cercare un ´ altra strada ( riferito al sito); altrimenti ci muoviamo in uno dei tanti inutili blog , futili,vuoti, insignificantemente egocentrici - "navigo dunque sono"-,nuovo rituale di massa in cui ingrassa solo la pubblicita´ ... Ciao.
Data pubblicazione: 5 Dicembre 2010 alle ore 9:30
anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
siamo pronti per fare l'albero di natale e come stella cometa che mettiamo sul l'albero fatemi sapere grazie ciao trivento non farà mai niente sapete perchè c'è molta invidia e il paese sta morendo ve ne state accorgento che non c'è piu niente ci sono rimasti solo le persone che si fanno i cazzi deglialtri, ciao a presto
Data pubblicazione: 4 Dicembre 2010 alle ore 14:21
don A.S.  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Vedo che l'inizio della maratona natalizia ha toccato anche questo forum. L'attenzione si è, così, concentrata sull'addobbo natalizio delle nostre vie. Ovviamente Mariella ha semplicemente ragione. L'iniziativa da parte dei "privati" darebbe a quelle luci il meglio valore: l'espressione festosa di un comune coinvolgimento, di una partecipazione disinteressata. E questo ha a che fare con la festa che è, soprattutto, gratuita. Io mi aggiungo per suggerire ulteriore gratuità, maggiore disinteresse. So che in diverse case del nostro amato paese, si stenta a pagare la bolletta della luce e le lampadine in cucina (tanto per restare nella simbologia delle luminarie) rischiano di venire "staccate". Così, oltre al suggerimento di organizzarsi per le vie, aggiungo quello di offrire "una lampadina" in quelle case. Ognuno sa a chi rivolgersi. Se poi pensate che la festa vuole il suo "sfizio" e vale la pena di buttar via un po' di soldi, io vi incoraggio a farlo, ma "buttateli" più lontano. A gennaio torno in Sri Lanka a visitare i pescatori scampati allo tzunami: ce la fate a lanciare qualche monetina fin lì?
Data pubblicazione: 3 Dicembre 2010 alle ore 9:51
mariella  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Quante parole che leggo! di scherzo, di scherno, di attesa ma anche taluna di proposta. è vero, gli addobbi per le feste natalizie, a trivento, sono sempre stati curati dalle amministrazioni comunali e che da qualche anno non abbiamo visto nemmeno quelle lucine malinconiche lungo le vie del paese. ricordo che mi facevano una gran tristezza, ma di fronte al niente, ne ho nostalgia. ciò accade a trivento. tuttavia, nel resto del mondo, gli addobbi natalizi sono cura delle associazioni: associazioni locali di strada, spesso composte dai gestori degli esercizi commerciali, i quali, essendo ben a conoscenza del ritorno anche economico di certe manifestazioni (esteriori ma che contribuiscono a creare quel clima natalizio, poco religioso ma molto festoso e “spendaccione”), si organizzano facendo quasi ‘a gara’ nel realizzare ambienti belli e accoglienti. allora, non mi aspetto che qualcuno nel suo piccolo pianti l’albero in piazza, ma che qualcuno in forma organizzata ci pensi; qualcuno che ha anche i mezzi economici per farlo, qualcuno che è chiamato per statuto a farlo. la pro-loco non è stata istituita ‘solo’ per organizzare le sagre estive, ma dovrebbe farsi promotrice di iniziative per la comunità locale in tutti i momenti in cui è necessario saper coaugulare intenzioni, necessità, idee per il migliorare il paese. per questo ha anche fondi regionali da gestire. e’ forse necessario fare un’associazione, ulteriore, per vedere un po’ di natale a trivento?? per questa volta, potremmo anche coordinarci e qualche idea già c'è, ma per il futuro è necessario cambiare.
Data pubblicazione: 2 Dicembre 2010 alle ore 16:31
maria mastroiacovo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
non potendo vatt saccone s' vatt sacchitt!
Data pubblicazione: 1 Dicembre 2010 alle ore 9:12
pappa  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Va benissimo l'idea "quest'anno l'albero lo addobbo per strada" ma speriamo con tutto tranne che con i pappagalli colorati: per quelli penso sia meglio il chiuso:il chiuso della gabbia.
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 19:39
pappa  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Caro Amleto su questo non ho ...dubbio!!...
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 19:21
pappa  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Caro Amleto su questo non ho ...dubbio!!...
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 19:20
pappa  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Va benissimo l'idea "quest'anno l'albero lo addobbo per strada" ma speriamo con tutto tranne che con i pappagalli colorati: per quelli penso sia meglio il chiuso:il chiuso della gabbia.
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 19:19
giovanna  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Cara Maria dici "che tristezza proviamo con i proverbi" si poi possiamo provarci anche noi con gli elenchi: Cose che ci piacciono di Trivento Cose che non ci piacciono di trivento forse cosi è più immediato divertente e facile capirsi?
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 18:51
giovanna  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Auspicio di impegno e di spranza? Bello grazie Ok , speriamo di scegliere di costruire e riscostruire di perseverare ....di perdonare e pregare invece di dsiperare infondo sta arrivando anche il Santo Natale!!
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 18:41
giovanna  -  Gli INDIFFERENTI
il primo commento: Bellissima la foto di Trivento di Angelo Lomastro ! grazie per averla condivisa. il secondo commento: purtroppo se è vero che nella Pro Loco triventina non ci sono giovani è un brutto "indizio"? penso proprio di si: se non invertiranno il Loro modo di agire i giovani di Trivento,se non cambieranno nel rifuggire impegni civili e politici non potra' essere proprio la nostra bella gioventu' il granello di senape indispensaile ora per accendere il lumicino in questo momento credo proprio indispensabile. Si sono pessimista. Ho più buone speranze sul chiedere alla massa di anonimi di darci almeno un nome forse riusciremo meglio in questo dialogo così impegnativo su Trivento.Grazie Giovanna.
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 18:26
nalim  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
parlate parlate ma tanto l'albero nessuno lo pianta. Per cui anche quest'anno sarà un Natale da passare altrove.
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 18:14
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
cara maria, sono le idee che mancano .....
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 17:24
maria mastroiacovo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
"un bel tacer non fù mai scritto" "chi di verde s'ammanta di sua beltà si vanta" (non sono proprio triventini, ma.....)
Data pubblicazione: 30 Novembre 2010 alle ore 9:35
maria mastroiacovo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
...che tristezza, non c'è verso...allora proviamo un pò far parlare i proverbi triventini : ...quand la volpa n'arriva all'uva dice ch è cerva non è tipico triventino, ma ora non me ne viene in mente un altro... ( li possiamo mettere insieme e magari poi...non so ci verrà un'idea...)
Data pubblicazione: 28 Novembre 2010 alle ore 15:16
anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
condivido in pieno con l'anonimo del 25 novembre alle ore 18,55 ci sono davvero tanti papagalli e anche abbastanza maturi ciao buona ieda
Data pubblicazione: 26 Novembre 2010 alle ore 9:09
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
un'idea per l'albero di Natale ed anche molto economica: al posto delle palline colorate tanti pappagalli ce ne sono tanti!
Data pubblicazione: 25 Novembre 2010 alle ore 18:55
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
brevemente- si è già ricordato che mancano lavori importanti sulla storia locale, sulle tradizioni ed arte popolare, sulla cultura contadina - consiglio sul tema il libro " terra tradita ", di Paola Di Giannantonio, edita dall'autrice-, sull'archeologia,sull' urbanistica, sul dialetto, sulla storia politica, sulla storia della Chiesa- è uscito il secondo volume preannunciato da mons. Ferrara ? -, sulle biografie dei triventini illustri ecc. . Se ne evince oggettivamente che vi è stata una notevole insufficienza da parte degli intellettuali locali nel delineare la tanto decantata, quasi mitologica, tradizione culturale di Trivento. Ciò premesso non ritenete necessario che si cerchi di colmare, con le competenze esistenti, qualche vuoto tra quelli ricordati ? Un gruppo di lavoro, formato da specialisti, anche esterni laddove necessario, uniti a volontari , che possano porre le basi progettuali, procedurali, metodologiche e di ricerca, per approntare almeno delle bozze redazionali utili a chi sarà in grado, per scienza e tempo, di portare in futuro a termine i singoli lavori. credo si debba fare; prima che il sole tramonti. buona domenica.
Data pubblicazione: 21 Novembre 2010 alle ore 9:18
anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
allora cosa avete deciso per il natale siamo pronti a fare l'albero e mettere le mani nella tasca se no l'albero non si fa o volete solo parlare ciao
Data pubblicazione: 18 Novembre 2010 alle ore 13:03
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Al signor FM. cosa intendi quando dici " taluni si avvitano su se stessi " ? Grazie
Data pubblicazione: 17 Novembre 2010 alle ore 21:01
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
all' anonimo del 16 novembre Sei rimasto alla " a " . Ne avevi di strada da fare. Peccato.
Data pubblicazione: 17 Novembre 2010 alle ore 20:58
amleto  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
Per Natale possiamo lanciare l'idea : " quest'anno l'albero lo addobbo per strada ". In paese si sentirebbe l'atmosfera natalizia e le persone sarebbero più felici per aver contribuito a creare una magico natale. Anche con queste piccole cose si può ricominciare. Se l'idea piace possiamo cominciare a coinvolgere le famiglie (ed i bambini in particolare ).
Data pubblicazione: 16 Novembre 2010 alle ore 16:10
anonimo   -  TEMPI SUPPLEMENTARI
aaaaaaaaaaa
Data pubblicazione: 16 Novembre 2010 alle ore 13:25
Anonimo  -  TEMPI SUPPLEMENTARI
E' un diario collettivo questo sito, un quaderno di dolori, una raccolta di riflessioni e di appunti vari, di tipo intimistico, a volte, politico-socio-culturale la maggior parte. E' un quadro ancora molto incompleto della nostra realtà, nel senso che sono troppo pochi gli interventi di un qualche significato, ma alla fine almeno uno spaccato sociologico lo otterremo. Che non è un risultato da poco; può servire a dare indici utili a conoscerci meglio , comprendere i modi di pensare delle persone, le loro priorità ed esigenze, le virtù e le volontà. Se non è politico tutto questo! Un abbraccio,
Data pubblicazione: 14 Novembre 2010 alle ore 10:50

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12